Ultime News
E m..ancora di pi... GIOVANI MIRACOLATI, AI GIOVANOTTI... IL VIDEO DI TELEMOLISE... Il link per la diretta di TELEMOL... Eco del Sangro, quotidiano dell'A... Lo sfott tecnologico...i video a... Il 25 Aprile incontro al Convento...
Sponsor
  Ultime foto
"MITICO LEO"
MITICO LEO
Barone
Barone
Colonnello
Colonnello
Taglio della torta!
Taglio della torta!
Il sindaco brinda con noi!
Il sindaco brinda con noi!
I PIU' FORTI DEL 2010
I PIU' FORTI DEL 2010
  Ultimi video
Ti piace vincere facile? Speravamo in un superenalotto..a ci hanno fregati col gratta e vinci...
Ti piace vincere facile? Speravamo in un superenalotto..a ci hanno fregati col gratta e vinci...
29 Aprile...Calma, ragazzi
29 Aprile...Calma, ragazzi
ARRIVANO I TITANI
ARRIVANO I TITANI
Di l dicono che sotto sotto sono un po' dei Giovani...Ok, allora mi spiego meglio...
Di l dicono che sotto sotto sono un po' dei Giovani...Ok, allora mi spiego meglio...
Cuore giallorosso....e profumo di vittoria
Cuore giallorosso....e profumo di vittoria
5+1
5+1
Messaggi di oggi: 0
Vedi ShoutBox e scrivi un messaggio
Certo che puoi metterle in un vid...Cuore, ma quanto sei brava! Sono ...Eh ovvio! Ma a me mi hanno detto ...mi piace...... stellina vince ...Mi piace...chissaà chi vin...
  Ultimi commentati
peccato che nn sono riuscita a... wow. sono rimasta affascinata,... giusto.ahahahahahahhhahaha Com... wallcea noi nelle prove sia... ho visto molto bene la foto, a...
  Statistiche
Utenti Online: 0
Loggati: 0
Ospiti: 0

Record utenti online: 510
Il 17 Luglio 2013 - 23:21

Utenti registrati: 204

La Leggenda del Piave

E. A. Mario

1.
Il Piave mormorava,
calmo e placido, al passaggio
dei primi fanti, il ventiquattro maggio;
l'esercito marciava
per raggiunger la frontiera
per far contro il nemico una barriera...

Muti passaron quella notte i fanti:
tacere bisognava, e andare avanti!

S'udiva intanto dalle amate sponde,
sommesso e lieve il tripudiar dell'onde.
Era un presagio dolce e lusinghiero,
il Piave mormorò

«Non passa lo straniero!»

2.
Ma in una notte trista
si parlò di un fosco evento,
e il Piave udiva l'ira e lo sgomento...
Ahi, quanta gente ha vista
venir giù lasciare il tetto,
poi che il nemico irruppe a Caporetto!

Profughi ovunque! Dai lontani monti
Venivan a gremir tutti i suoi ponti!

S'udiva allor, dalle violate sponde,
sommesso e triste il mormorio de l'onde:
come un singhiozzo, in quell'autunno nero,
il Piave mormorò:

«Ritorna lo straniero!»

3.
E ritornò il nemico;
per l'orgoglio e per la fame
volea sfogare tutte le sue brame...
Vedeva il piano aprico,
di lassù: voleva ancora
sfamarsi e tripudiare come allora...

«No!», disse il Piave. «No!», dissero i fanti,
«Mai più il nemico faccia un passo avanti!»

Si vide il Piave rigonfiar le sponde,
e come i fanti combatteron l'onde...
Rosso di sangue del nemico altero,
il Piave comandò:

«Indietro va', straniero!»

4.
Indietreggiò il nemico
fino a Trieste, fino a Trento...
E la vittoria sciolse le ali al vento!
Fu sacro il patto antico:
tra le schiere, furon visti
Risorgere Oberdan, Sauro, Battisti...

Infranse, alfin, l'italico valore
le forche e l'armi dell'Impiccatore!

Sicure l'Alpi... Libere le sponde...
E tacque il Piave: si placaron l'onde...
Sul patrio suolo, vinti i torvi Imperi,
la Pace non trovò
né oppressi, né stranieri!

 

 

Aiuto | Condizioni | Contatti | Fuso Orario |
Disclaimer | Web Agency : Web Agency © 2008-2017 Tutti i diritti riservati. All rights reserved.